Storie

2 minutes reading time (342 words)

2. Affrontare le difficoltà e il dolore e non ignorarli….

MG: Mi hanno diagnosticato il tumore due mesi dopo la morte di mia madre, quando non pensavo di poter provare dolore più grande è arrivata questa notizia. Avevo la stessa età della sorella di mia madre quando ebbe la stessa diagnosi. Mia zia morì tre anni dopo, nonostante interventi e terapie molto invasive. Erano gli anni '80, un'altra era rispetto ai protocolli di diagnosi e cura del 2002. Mia cugina, quanto mai vicina a me in quel periodo perché accomunate dal dolore di essere orfane (lei da quando aveva 7 anni), mi ha accompagnato con un coraggio e un affetto unici per tutto il mio percorso. Insieme abbiamo ripercorso le sofferenze e le paure di sua madre, non ci siamo fermate di fronte al dolore, consapevoli finalmente di qualcosa che ci era stata oscura, convinte che il progresso della medicina sarebbe stata la mia salvezza. Rimpianto per quello che avrebbe potuto avere anche lei, speranza per quello a cui aveva portato anche la sua storia clinica. Dopo l'ultimo intervento sono tornata al lavoro senza nemmeno prendermi un giorno di riposo. Da lì in poi ho cominciato a mettere un profondo distacco tra me e il tumore, fino ad abbandonare del tutto il pensiero e a continuare la mia vita come se nulla fosse accaduto. Mi sono accorta con il tempo che ignorare non mi guariva e che la ferita che mi portavo dentro faceva ancora male. Poi mi sono iscritta a un forum di donne operate come me e lì 4 anni di sofferenza repressa si sono sciolti in fitte conversazioni con amiche sconosciute. Una di queste, Magda, mi propose di partecipare a un allenamento di dragon boat e lì ho incontrato le Pink Butterfly. Ho imparato a indossare con coraggio la maglietta rosa che rende pubblico il mio tumore, ho imparato a non sentirmi in colpa per essermi ammalata e sono arrivata a capire che il mio tumore mi offriva un'opportunità insperata e unica. Il percorso è sempre lungo e difficile, ma insieme alle mie pink niente mi sembra più insuperabile!

3. La forza della Squadra
1. Lottare, accettare i cambiamenti, agire, creder...